Punto G nelle Donne: Dove si Trova e Cos’è Esattamente?

Il punto G rappresenta, nell’immaginario di molti, un argomento estremamente piccante.

Molti pensano che stimolando in modo opportuno questo punto erogeno, che si trova internamente alla vagina, si possa raggiungere un intenso orgasmo.

Per altri si tratta quasi di una leggenda o un mito da sfatare!

Di sicuro, possiamo dire che esplorare il proprio corpo e quello del partner non è affatto un male.

La masturbazione, sia femminile che maschile, potrebbe riservarti piacevoli ed inaspettate sorprese.

Cercare il punto G può essere, quindi, un esercizio molto divertente che potrebbe far scoprire alla vostra coppia nuovi giochi di piacere.

Nel nostro articolo abbiamo cercato di rispondere a tutte le curiosità che hai sempre avuto sul misterioso punto G.

Continua a leggere per saperne di più e scoprire come trovare piacere!

Punto G: cos’è e quali sono le sue origini

L’idea che esistesse un punto di estremo piacere all’interno del corpo femminile è stata un’intuizione che ha origini molto antiche.

Un medico olandese iniziò a parlarne fin dal XVII secolo e le ricerche negli anni successivi sono proseguite.

Il termine si diffonde, però, soltanto nel 1950 grazie ad un medico tedesco E. Gräfenberg, da cui deriva appunto il termine “punto G”.

Questo scienziato ha descritto questo punto come una zona di stimolazione molto sensibile, situata all’interno della vagina.

Questo punto si gonfierebbe durante la stimolazione o un rapporto sessuale.

Ma esattamente dove si trova il punto G?

Secondo i sostenitori della sua esistenza, il famoso punto del piacere ha le dimensioni di una moneta e si troverebbe circa 8 cm all’interno del canale vaginale, posizionato anteriormente, nel punto più prossimo allo stomaco.

Ma allora, se esiste, come trovare il punto G?

Se siamo riusciti ad incuriosirti abbastanza continua a leggere i nostri consigli e trova anche tu il punto G.

5 Consigli pratici utili alla tua ricerca del Punto G:

1. Procedi inserendo il dito indice nella vagina e ripiega il dito a forma di C.
2. Quando sarai a questo punto, inizia a massaggiare la zona molto delicatamente. Muoviti lateralmente e in modo circolare disegnando dei piccoli cerchi sulla zona. Cerca un punto che al tatto appaia più duro o gonfio. Se lo trovi ci sei!
3. Inserisci a questo punto anche il dito medio in vagina se vuoi aumentare la sensazione di piacere.
4. Prova ad utilizzare entrambe le mani, premendo con l’altra sul pube, in modo da stimolare il punto G anche esternamente, e prova questo gioco durante la penetrazione.
5. Utilizza i sex toys che ti aiuteranno a trovare il punto G. A questo scopo, puoi utilizzare un vibratore con la punta curva. Esistono anche molti stimolatori pensato per il punto G. Quanto utilizzi i giochi erotici ricorda sempre di lubrificare l’oggetto, con un prodotto a base acquosa. Prova a muovere all’interno della vagina il tuo vibratore alla ricerca del punto. Puoi variare scegliendo intensità differenti di vibrazione che ti assicureranno un intenso piacere.

Prova, quindi, questi trucchetti sessuali che ti saranno utili nella ricerca del punto G e gioca con il tuo corpo.

Quali sensazioni regala la stimolazione del punto G?

Molte donne, che hanno provato questo tipo di stimolazione molto intensa, hanno riferito di sentire un diverso tipo di tessuto al tatto, che si presenta spesso e gonfio, e non liscio come il resto del canale vaginale.

Questo bottone magico del piacere resta, comunque, un mistero ma di sicuro per molte donne la sua stimolazione provoca sensazioni di piacere molto intenso.

L’orgasmo che si raggiunge stimolando il punto G viene descritto come più intenso e diverso rispetto a quello clitorideo.

Molte donne, invece, sostengono che grazie alla stimolazione di questo punto si possa raggiungere l’eiaculazione femminile.

Questa comporta la fuoriuscita di liquidi dalla vagina e può trattarsi sia di qualche goccia, sia sotto forma di schizzi.

Molte nostre lettrici affermano che, se stimolate in quel punto, hanno la sensazione impellente di urinare e, solo in un secondo momento, riescono a raggiungere l’orgasmo profondo.

Insomma, come per molti aspetti legati al sesso non esistono sensazioni univoche e universalmente condivise. Il bello resta, comunque, la ricerca del piacere e la scoperta del proprio corpo attraverso nuove e piacevoli pratiche. Divertiti con il tuo corpo ed impara ad esplorarlo e conoscerlo senza timori e paure.

Ricerca queste sensazioni da sola o con il partner!

Tutto quello che devi sapere su questo “bottone magico”!

Ne sai abbastanza sul punto G? Lo conosci e hai sperimentato che tipo di sensazioni può darti la sua stimolazione?
Quando si parla di sesso spesso ci si sente in imbarazzo e spesso il punto G è un argomento tabù.

Non bisogna invece vergognarsi della propria sessualità e del proprio corpo, perché non c’è nulla di più naturale e piacevole!

Torna a Sexy Toy

ANGELICA T.

Il mio obbiettivo è di aiutare le coppie a vivere esperienze sensuali indimenticabili. Ho molta esperienza nel settore dell’amore e ho una grande passione per l’argomento. Sono sempre alla ricerca di nuove forme di erotismo e alla condivisione della mia esperienza con i miei lettori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.