Preservativo Scaduto: Cosa Succede, Rischi e Gravidanze Indesiderate

I preservativi scadono e utilizzarne uno che è andato oltre la data di scadenza potrebbe essere notevolmente meno efficace.

I preservativi scaduti sono generalmente più secchi, quindi è più probabile che si rompano durante il sesso.

Ciò mette te e il tuo partner a rischio di infezioni a trasmissione sessuale (STD) o gravidanze indesiderate.

Considerate che i preservativi per uomo che non sono scaduti hanno circa l’85% di successo, e queste percentuali diminuiranno di molto se il preservativo è scaduto.

La durata tipica di un preservativo è di soli tre o quattro anni, in base al produttore e al modo in cui viene conservato.

Continua a leggere per saperne di più sul motivo per cui scadono, il modo per accertare se un preservativo è sicuro da usare e il modo per mantenerli correttamente – e molto altro ancora.

Perché i Preservativi dovrebbero Scadere?


I preservativi scadono come molti altri prodotti sanitari.

Analizziamo alcuni aspetti che influenzano il perché e la velocità con cui scadono:

Conservazione

L’usura degli anni trascorsi in tasca, in borsa, in tasca o nel vano portaoggetti può determinarne la qualità. Questo è il motivo per cui è molto importante tenere i preservativi in un luogo sicuro, piuttosto che nel bagno – lontani dal calore, dall’umidità e da alcuni oggetti appuntiti.

Materiali

Il tipo di materiale con cui sono fatti crea anche una differenza nella velocità con cui scadono. I materiali naturali come la pelle di agnello si degradano più rapidamente dei materiali artificiali come il lattice e il poliuretano.

Additivi


Gli additivi chimici come lo spermicida ridurranno la durata della vita di una persona di vari anni. Lo spermicida impiega circa 2 anni a partire dall’intervallo di utilizzo dei preservativi in ​​lattice e poliuretano.

Non è chiaro se gli aromi aggiuntivi influenzino o meno la scadenza, quindi usare cautela. Se trovi qualche segno di usura o rilevi un odore insolito, lancia il preservativo e ricevine uno nuovo di zecca.

Il tipo di preservativo


Anche quando un preservativo viene conservato in modo impeccabile, la sua velocità di espirazione rimane influenzata dal materiale di cui è composto e se è stato fabbricato con additivi che ne riducono la durata.

Lattice e poliuretano


I preservativi in ​​lattice naturale e poliuretano hanno i migliori ripiani. Potrebbero durare fino a cinque anni e sono più resistenti di altri preservativi sulla superficie dell’usura.

Queste galline hanno una durata di conservazione leggermente più breve – solo 3 anni – se confezionate con spermicida. Sebbene lo spermicida sia un buon strumento contro le gravidanze indesiderate, provoca il degrado della gengivite e della memoria più rapidamente.

Poliisoprene


I preservativi in ​​poliisoprene sono semplicemente dietro i preservativi in ​​lattice. I preservativi realizzati con una tale gomma artificiale potrebbero durare fino a tre anni con una corretta conservazione. Additivi come lo spermicida possono anche abbreviare la vita del preservativo.

Naturale o in lattice


I preservativi naturali non in lattice, come la pelle di agnello o di pecora, hanno la durata di conservazione più lunga. Sopravvivono solo 1 anno dalla data di fabbricazione. Non è chiaro se lo spermicida o altri additivi abbiano un impatto diretto sulla scadenza. È anche essenziale essere consapevoli che questi preservativi non proteggono dalle malattie sessualmente trasmissibili.

La conservazione influisce sulla scadenza?


Conservare i preservativi in ​​un’area calda e umida può influire sulle loro prestazioni.

Sebbene molte persone credano di essere ragionevoli se dovessero portare un preservativo in tasca o nella borsa in qualsiasi modo, questo non va bene dal punto di vista della conservazione.

Un preservativo che diventa troppo caldo può seccarsi, il che lo rende difficile da utilizzare e potenzialmente inefficiente. Piuttosto che il tuo portafoglio, usa un’istanza del preservativo.

Come fai a sapere se è scaduto il preservativo?


Non dovresti usarlo se:

  • l’involucro è strappato, macchiato o incrinato
  • sono piccoli buchi lacrime
  • è secco, rigido o appiccicoso
  • è un cattivo odore


La data di scadenza di un preservativo si trova in genere sulla scatola e sull’involucro di alluminio della persona. In genere si legge qualcosa di simile a 2022-10. In questo caso, il preservativo deve proteggere dalle malattie sessualmente trasmissibili o dalla gravidanza durante l’ottobre 2022.

La maggior parte degli imballaggi prevede un’altra data di fabbricazione. Anche se puoi approfittare di questa data per impostare la durata di conservazione di un bambino, devi sempre impostare la data di scadenza per impostazione predefinita.

È un’idea fantastica esaminare attentamente i preservativi una volta acquistati per la prima volta e controllarli di nuovo a volte se vengono conservati per più di mezz’ora.

Con un preservativo scaduto è sicuro?


Se un preservativo scaduto è stato conservato correttamente in un luogo fresco e asciutto, potrebbe comunque essere un po ‘sicuro lavorarci. Ma se hai la possibilità di scegliere tra un preservativo scaduto e non scaduto, allora devi sempre andare insieme a tutto il preservativo non scaduto.

Se usi un calzino scaduto con minuscoli strappi o buchi, allora non sarà una potente barriera tra i fluidi fisiologici. Ne consegue che tu e il tuo coniuge correte un rischio molto maggiore di malattie sessualmente trasmissibili o gravidanze indesiderate.


È meglio non usare un preservativo danneggiato o scaduto.

Il sesso senza preservativo non fornisce protezione dalle malattie sessualmente trasmissibili. E a meno che tu o il tuo coniuge non utilizziate un’altra forma di controllo delle nascite, non siete protetti da gravidanze indesiderate.

Tuttavia, è molto meglio scartare i preservativi oltre la data di scadenza e riempire il tuo inventario con preservativi freschi. L’uso di un preservativo nuovo fornisce a te e al tuo coniuge la migliore protezione possibile dalle malattie sessualmente trasmissibili o da gravidanze indesiderate.

Come garantire che il preservativo continui a funzionare?


I requisiti di conservazione perfetti per i preservativi devono avere un luogo fresco e asciutto in casa, lontano da oggetti appuntiti, sostanze e sole diretto.

Non dovresti tenere il preservativo in tasca o nella borsa per più di un paio d’ore. Il continuo mescolamento e altri attriti potrebbero portare all’usura e anche a rendere i preservativi meno potenti.

Il calore estremo – circa 104 ° F (40 ° C) – può rendere il lattice debole o appiccicoso. Come linea guida, evitare di tenere i preservativi nelle aree in cui le temperature possono cambiare. Compreso vicino a una finestra, una fornace e sul tuo veicolo.

L’esposizione alla luce ultravioletta può rovinare i preservativi in ​​un paio d’ore.

Controlla frequentemente la data di scadenza nei tuoi preservativi e sostituiscili prima che raggiungano quella data.

Dovresti anche valutare il wrapper per i buchi prima dell’uso. Per provarlo, strizza l’involucro e vedi se senti delle minuscole bolle d’aria. Se lo fai, lancialo!

Torna alla homepage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.