Tutto quello che hai sempre voluto sapere della pornografia: dalle origini alle migliori attrici hard

  • di

La pornografia è stata sdoganata in tutti gli ambiti della società moderna ed è fruibile praticamente ovunque: da un pc, un tablet o uno smartphone. Ciò che conta è avere una connessione Internet. Situazione decisamente diversa rispetto a 20-30 anni fa, quando per vedere un film porno bisognava acquistare o noleggiare le vecchie cassette VHS.

Se si va ancora più indietro nel tempo, a circa 40 anni fa, l’unico modo per gustarsi un film hard era andare nei cinema a luci rosse. Il mondo del porno ha subito un’evoluzione repentina negli ultimi anni, ma quali sono le sue origini? E le attrici hard che hanno fatto la storia? Lo scopriamo nei seguenti paragrafi.

Le origini della pornografia: dall’epoca romana ai giorni nostri

La pornografia, intesa come raffigurazione esplicita di atti erotici, ha in realtà origini antichissime. Nell’epoca romana, come dimostrano i lupanari a Pompei con raffigurazioni pornografiche sulle pareti ritrovate perfettamente intatte, già esisteva in tale ottica.

Intesa con un’accezione moderna, la pornografia inizia a svilupparsi verso la fine dell’800 con l’invenzione del cinema ad opera dei fratelli Lumière. Il primo film a luci rosse è stato “Le coucher de la Mariée”, cortometraggio girato a Parigi. Il protagonista era un uomo che spiava di nascosto la giovane sposina mentre si spogliava.

Ben più spinto il film “L’Écu d’ou la Bonne Auberge” del 1908, film muto ed in bianco e nero in cui un soldato, non trovando una camera libera in un albergo, doveva “accontentarsi” di dividere la stanza con due ragazze.

Negli anni ’50 cambiò tutto con l’avvento della rivista Playboy che, cavalcando la rivoluzione sessuale degli anni ’60, iniziò a pubblicare foto sempre più esplicite. Nacque così a San Francisco il primo cinema a luci rosse, il teatro O’Farell. La pornografia era ormai uscita dalle case private e dagli scantinati per entrare nella quotidianità delle persone.

Le più famose attrici hard della storia

La legalizzazione della pornografia fece nascere un vero e proprio mercato che divenne ricchissimo tra gli anni ’90 e 2000. Quello fu un periodo d’oro per la pornografia mondiale che sfornò talentuose e caldissime attrici pronte a tutto sotto le lenzuola.

Una delle attrici più famose del panorama hard mondiale è stata Ilona Staller, meglio nota come Cicciolina. È stata anche una politica, tanto da essere diventata la prima attrice porno ad entrare in un Parlamento Nazionale.

Altra famosissima attrice a luci rosse è stata Moana Pozzi, anche lei entrata nel mondo della politica presentando il suo Partito dell’Amore. Morì a soli 33 anni in condizioni piuttosto misteriose.

L’esplosiva Asia D’Argento, la giunonica Venere Bianca, la conturbante Selen e l’ammaliante Elena Grimaldi sono state tra le altre attrici hard italiane che hanno fatto la storia.

È interessante notare che molte attrici hard, una volta conclusa la loro carriera, si sono riciclate come escort. Questa figura ha riscontrato una notevole diffusione ed un grande successo in questi ultimi anni, tant’è che sono spuntati come funghi siti di appuntamenti con escort in tutta Italia, come megaescort.info, che offre vere e proprie schede di presentazione delle ragazze. Sul sito è possibile organizzare incontri Caserta, a Roma, a Milano, Palermo o qualsiasi altra città d’Italia, concordando un appuntamento con le donne che meglio rispecchiano i propri gusti erotici ed estetici.

Ovviamente c’è da considerare il ricambio generazionale e le nuove leve che hanno sostituito le attrici hard un po’ attempate, ma sempre appetibili. Tra le attrici più apprezzate del mondo sul panorama pornografico italiano ci sono Sofia Gucci, Valentina Nappi e Martina Gold. A livello mondiale da segnalare l’inossidabile Lisa Ann, che a 43 anni continua a suscitare le più proibite fantasie dei maschietti e Mia Khalifa, la dea del sesso libanese che però si è ritirata dalla scene da qualche anno.

Torna alla homepage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.